Amburgo

La Libera Città Anseatica di Amburgo (Freie und Hansestadt Hamburg) vanta numerosi primati: più grande città della Germania dopo Berlino (1,8 milioni di abitanti), prima città non capitale in Europa per popolazione, primo porto della Germania (secondo d’Europa), il più grande atrio della Hauptbahnhof della Germania, il più grande cimitero civile del mondo, terza metropoli mondiale del musical insieme a New York e Londra, e via e via…

Non dimentichiamo poi che Amburgo è stata scelta come European Green Capital 2011

Amburgo vista dall'aereo Se dovessi fare un paragone con una città italiana, direi che Amburgo sta alla Germania come Milano sta all’Italia. Ma a essere sincero, a me Amburgo piace molto di più… forse perché per ovvi motivi sono legato sentimentalmente a questa città, forse perché ci sono stato molte più volte. In ogni caso, secondo me, Amburgo val bene una visita.

Link utili

Da fare o da vedere

Consigli utili e curiosità

  • Il tempo: ad Amburgo piove mediamente un giorno su tre. Magari può capitare che nella stessa giornata sole e pioggia si alternino abbastanza frequentemente. Non si può mai dire. Consultate la nostra pagina sul meteo per previsioni e statistiche nel mese di ottobre, ma cercate di essere attrezzati per affrontare la pioggia.
  • Le mance: in Germania è assai comune lasciare la mancia al ristorante. Ovviamente potete anche ignorare questa regola non scritta, ma è chiaro che non verrete salutati con grande entusiasmo. Buona norma sarebbe lasciare una mancia fra il 5 e il 10% dell’importo complessivo, più o meno quello che si pagherebbe di “pane & coperto” in Italia (infatti il coperto in Germania non esiste)
  • Gli orari: siamo in Germania e, non è una barzelletta, attenti a rispettare gli orari. Qui se dicono di chiudere a una certa ora, potete stare quasi certi che alla tale ora chiudono senza fare tanti complimenti. Naturalmente esistono le eccezioni e i ritardi, ma la regola di rispettare gli orari stabiliti è piuttosto diffusa
  • La lingua: non dovrebbe essere necessario parlare tedesco. Magari in Baviera non lo parlano troppo volentieri, ma Amburgo è una metropoli internazionale e gli amburghesi in generale non hanno problemi a comunicare in un buon inglese.
  • Il traffico: come per gli orari, i tedeschi tendono a rispettare le regole del traffico. Qualche tedesco mi ha detto che in Italia la gente è più reattiva nel traffico, proprio perché non sa mai cosa aspettarsi dagli altri. I tedeschi invece sarebbero più passivi nella guida, perché pensano che tutti rispetteranno le regole. Ciò nondimeno, ho visto spesso esercitare anche ad Amburgo la pratica del parcheggio selvaggio e della clacsonata stizzita, per non parlare del passare col rosso, cosa che mi ha sempre stupito moltissimo. Comunque, se dovesse capitarvi di guidare, cercate di non fare troppo gli italiani.
  • L’hamburger: malgrado il nome, l’hamburger ha poco a che fare con questa città. Secondo alcune fonti, la nascita di questa polpetta di carne macinata e pressata sarebbe avvenuta alla fiera internazionale di St.Louis (Missouri, USA) nel 1904, ma il primo uso documentato del termine “Hamburger steak” risale al 1884. Probabilmente questa ricetta è stata portata negli Stati Uniti da parte dei numerosi immigrati tedeschi, la maggior parte dei quali partiva per l’America proprio dal porto di Amburgo.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>